Come anticipato le prove scritte TFA sostegno presso Università di Firenze sono state rimandate a data da destinarsi.

Attenzione: le prove scritte per l’ammissione ai Corsi di Formazione per il conseguimento della Specializzazione per le attività di Sostegno per l’A.A. 2019/2020 per la scuola secondaria di primo e secondo grado, già fissate a sabato 31 ottobre 2020 dall’art. 1 del Decreto Rettorale n. 1167(161932) del 16 ottobre, sono rinviate a una successiva data che sarà fissata in seguito, tenuto conto dell’evoluzione del quadro pandemico e di eventuali ulteriori disposizioni in materia

Intanto, nuova ordinanza di De Luca, blocco Campania emergenza Covid-19. Si attende il parere sulle prove scritte TFA sostegno dell’Unità di Crisi Regionale per la realizzazione di misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. Il parere dell’Unità di Crisi Regionale è diventato vincolante con il nuovo DPCM, e se a livello nazionale è necessario quello del CTS, del Comitato Tecnico Scientifico a livello regionale è determinante quello dell’Unità di Crisi della Regione Campania. Origine Concorsi ha chiesto un parere al capo della segreteria del Presidente De Luca.

#CORONAVIRUS: l’Ordinanza n. 86, che contiene, oltre la riconferma di alcune disposizioni già in atto, ulteriori misure di contenimento e prevenzione per contrastare l’epidemia da Covid-19. Da lunedì prossimo, stop alle attività nelle scuole dell’infanzia. Ecco i contenuti dell’ordinanza:

1) Con decorrenza dalla data del presente provvedimento e fino al 14 novembre 2020, su tutto il territorio regionale è confermata la sospensione delle attività didattiche in presenza per le scuole primaria e secondaria, fatta eccezione per lo svolgimento delle attività destinate agli alunni affetti da disturbi dello spettro autistico e/o diversamente abili, il cui svolgimento in presenza è consentito previa valutazione, da parte dell’Istituto scolastico, delle specifiche condizioni di contesto; è altresì confermata la sospensione delle attività didattiche e di verifica in presenza (esami di profitto e verifiche intercorso) nelle Università, fatta eccezione per quelle relative agli studenti del primo anno, ove già programmate in presenza dal competente Ateneo;

[quindi non essendo attività di neomatricole del primo anno nemmeno le prove TFA sostegno possono essere sostenute]

2) Con decorrenza dal 2 novembre 2020 e fino al 14 novembre 2020, su tutto il territorio regionale, fatta eccezione per l’attività amministrativa e fermo restando l’obbligo di effettuare le riunioni da remoto, è sospesa l’attività in presenza nelle scuole dell’infanzia;

L’Unità di Crisi Regionale per l’attuazione delle attività, di livello regionale, ai sensi delle provvedimento Prot.COVID/0010656 del 3 marzo 2020 del Capo Dipartimento Protezione Civile (“Misure operative di protezione civile inerenti alla definizione della catena di comando e controllo, del flusso delle comunicazioni e delle procedure da attivare in relazione allo stato di emergenza determinato dal diffondersi del virus COVID-19”), è stata stabilita al fine di garantire la tempestività ed appropriatezza delle informazioni e delle risposte dei diversi soggetti competenti.

Con Marino, nella sede operativa presso la sala EMERCOM di Protezione Civile Regionale alla Torre C3 del Centro Direzionale di Napoli, gli altri componenti:
– Italo Giulivo– DG per i lavori pubblici e la Protezione Civile Regione Campania, con funzioni di coordinatore;
– Antonio Postiglione– DG Tutela Salute e Coordinamento del Sistema Sanitario Regionale;
– Claudia Campobasso– Dirigente di Staff Protezione Civile e responsabile SOR;
– Giuseppe Galano –Referente Sanità per le Maxi emergenze e responsabile 118 Regione Campania
– Maurizio Di Mauro, Direttore Generale dell’Ospedale “Cotugno” di Napoli;
– Enrico Coscioni – Consigliere per la Sanità del Presidente della Regione Campania
– Alessandro Perrella – Dirigente Medico Infettivologo Regione Campania;
– Angelo D’Argenzio – Dirigente Prevenzione Regione Campania;
– Ugo Trama – Dirigente Farmaceutica Regione Campania;
– Maria Rosaria Romano-Dirigente Assistenza Ospedaliera Regione Campania;
– Giuseppina Tommasielli– Rappresentante Medici di Medicina Generale o suo delegato;
– Direttori Generali delle ASL della Campania o loro delegati;
– Paolo Russo – Capo Ufficio Stampa del Presidente della Giunta Regione Campania;
– Roberta Santaniello – Ufficio di Gabinetto Giunta Regionale della Campania per la Protezione Civile;
– Michele Cioffi – Avvocato dell’Ufficio Speciale Avvocatura Regionale;
– Guido Maria Talarico – Avvocato dell’Ufficio Speciale Avvocatura Regionale.
L’Unità di Crisi opererà in costante contatto con il dott. Gaetano Cupello, Capo di Gabinetto del Prefetto di Napoli, in rappresentanza della Prefettura Capoluogo.

26/10/2020 – #CORONAVIRUS: l’ordinanza n. 85 del 26/10/2020 contiene misure per la prevenzione e il contenimento dell’epidemia da COVID-19, in particolare sui temi della scuola, della mobilità e delle attività di ristorazione.
Questi i principali punti:
1. All’infuori di nidi e asili (0-6 anni), vengono confermate le disposizioni regionali sulla didattica a distanza nella scuola primaria e secondaria, salvi i progetti per alunni con disturbo dello spettro autistico e/o gli alunni diversamente abili, già adottate con Ordinanza n.82, nonché le disposizioni regionali vigenti per la didattica a distanza nelle Università.
2. Confermato il divieto di mobilità interprovinciale, ferma la forte raccomandazione (contenuta nel DPCM del 24 ottobre) a non allontanarsi dal territorio comunale se non strettamente necessario.
3. Per le attività di ristorazione: divieto di asporto (salvo che gli esercizi con consegna all’utente in auto e con sistema di prenotazione da remoto); consentita la consegna a domicilio, con partenza dell’ultima consegna alle 23,00 e rinvio, per il resto, alle disposizioni del DPCM 24 ottobre 2020.


4. Confermato l’obbligo di rientro a casa entro le ore 23, secondo quanto recentemente disposto d’intesa con il Ministro della Salute.
5. Confermata per l’attività di jogging la fascia oraria nelle ore 6,00-8,30.
Le disposizioni hanno efficacia fino al 31 ottobre, data nella quale l’Unità di Crisi effettuerà nuove valutazioni, sulla base dell’andamento epidemiologico che sarà stato registrato nel contesto regionale e locale.
È stato dato mandato all’Unita di Crisi di valutare, insieme all’Anci, entro il 28 ottobre prossimo, le determinazioni eventualmente necessarie in vista della commemorazione dei defunti (1 e 2 novembre).

ALLA LUCE DI QUESTA ORDINANZA bisogna preparare un’autocertificazione, ed il parare della stessa dell’Unita di Crisi.

Si attende il parere ora dell’Unità di Crisi Regionale per la realizzazione di misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. Decreto P.G.R.C. n°45 del 06.03.2020​ per la possibilità di disputare le prove scritte in sicurezza, prove ricordiamo che sono già state stabilite.

Il nuovo DPCM prevede, infatti, la sospensione delle procedure concorsuali pubbliche e private, ad esclusione dei casi in cui venga effettuata la valutazione dei candidati esclusivamente su basi curriculari e/o in maniera telematica, nonché ad esclusione dei concorsi per il personale sanitario e di quelli per il personale della protezione civile.
Sono fatte salve, invece, le procedure in corso e quelle per le quali esistono specifici protocolli organizzativi validati dal Comitato tecnico scientifico. Il concorso straordinario è iniziato prima del DPCM ed in tal senso non rientra nelle norme del DPCM che si sta per varare. Infatti, le nuove misure anti-Covid entreranno in vigore dal 25 ottobre, ovvero da domani.

Il Governo ha sottoposto ai Presidenti delle Regioni la proposta di chiusura dei locali (bar e ristoranti) alle ore 18 e la decisione di portare al 75% la didattica a distanza nelle scuole. In Campania, la situazione più critica, perché sono già in atto le disposizioni della precedente ordinanza ai sensi dell’art. 32, comma 3, della legge 23 dicembre 1978, n. 833 in materia di igiene e sanità pubblica e dell’art. 3 del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19. Disposizioni in tema di esercizi commerciali e limitazioni alla mobilità. “c) per l’intero arco della giornata è fatto divieto di spostamenti dalla provincia di domicilio, dimora o residenza sul territorio regionale verso altre province della Campania. Sono consentiti, limitatamente al diretto interessato nonché ad accompagnatore, ove necessario, esclusivamente spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, familiari, scolastiche, di formazione o socio-assistenziali ovvero situazioni di necessità o d’urgenza ovvero motivi di salute. E’ in ogni caso consentito il rientro presso il proprio domicilio, dimora o residenza dal luogo di lavoro. Giunta Regionale della Campania”.


vedi e leggi: STESSA SITUAZIONE PROVE TFA UNIVERSITA’ DI NAPOLI UNICA UNIVERSITA’ in ITALIA che ancora non ha pubblicato le date per la prova scritta del TFA SOSTEGNO.

VEDI TRACCE TFA SOSTEGNO

De Luca di fatto ha messo in serie difficoltà l’espletamento del concorso scuola straordinario, anche con una serie di restrizioni in tal senso, varate con il DPR del 15 Ottobre 2020.

Anticipazioni contenuti corsi e concorsi. 

I presenti 10 nuclei tematici sono stati sviluppati in 20 moduli teorici a cui seguono 50 domande computer based organizzate secondo l’ordine di presentazione dei moduli teorici. Inoltre sono presenti specifici database che vanno ad integrare tale parte teorica più un data-set ad hoc sulle didattiche innovative (Jigsaw, EAS, Learning Services, Flip-Teaching, Web Based Services, DAD, etc.).

Il corso tratta inoltre anche le metodologie più innovative come:

  1. Il problem solving, il problem finding ed il problem posing nella progettazione didattica
  2. La differenza tra didattica personalizzata e didattica individualizzata
  3. Applicare il metodo ASP
  4. La metodologia chiamata DAIC (Define, Measure, Analyze, Improve and Control)
  5. La metodologia chiamata FARE
  6. La metodologia didattica FMECA
  7.  Il modello della Ricerca–Azione di Kurt Lewin
  8. La metodologia del PDCA, nota anche come ciclo di Deming
  9. Le misure educative di supporto, la valutazione delle didattiche personalizzate ed individualizzate
  10. Le didattiche speciali DSA

Ampio spazio è stato dato alle metodologie ed alle piattaforme digitali (coding e pensiero computazionale). Un glossario delle metodologie in lingua inglese (con test) completa una preparazione sulle tematiche educative dei digital nativers.
Il corso prevede un’apposita sezione con 31 mappe concettuali ed un focus sulle indicazioni nazionali, ed una sezione con 30 audio-lezioni di durata variabile (che si possono ascoltare da tutti i dispositivi mobili) nella sezione Pod-Cast.

A nostro avviso è importante organizzare i saperi richiesti  in forma di risposte multiple computer based (che permettono di allenarsi anche sui tempi di risposta). Consigliamo ai candidati che iniziano le nostre simulazioni di controllare il tempo necessario per rispondere alle domande. La risposta multipla è una vera e propria forma mentis per organizzare il proprio sapere, abitua a ragionare con il modello dei distrattori o delle parole chiave, delle strategie di analisi, di logica e di ripetizione dei termini.

Come funziona il Simulatore Digitale di Origine Concorsi?

I simulatori digitali con la loro pulsantiera interattiva presentano le domande in modo chiaro e sequenziale (mai in modalità random e casuale in modo che sia sempre possibile rifarle nello stesso ordine). Una volta che il corsista ha risposto alle domande, queste vengono inviate al Simulatore Digitale per la correzione. Il corsista in questo modo visualizza il proprio punteggio, successivamente vengono riproposte le domande e le risposte date evidenziando le risposte esatte in verde (con l’attribuzione di un punto), e le risposte sbagliate in rosso, con indicazione in questo caso sempre della risposta esatta (non viene attribuito nessun punto ma viene conteggiata come domanda). Il correttore del Simulatore Digitale di Origine rispetta gli standard previsti dal Miur.
Ogni modulo da un punteggio nella parte computer based su base 50. Quindi il corsista può immediatamente sapere in quale area dei venti moduli teorici del nostro corso ha delle carenze. Le domande possono essere fatte più e più volte. Si consiglia di arrivare a 50/50 per ogni modulo. Un punteggio di 7/10 cioè 0,7  si determina quando si fanno 35/50. La prova di sezione si considera superata quando si fanno almeno 35 punti. Non solo, Origine Concorsi non offre solo le domande ma anche spiegazioni ed approfondimenti sulle stesse.
  La piattaforma è munita di una chiave di ricerca interna che offre non una semplice risposta commentata ma spiegazioni ed integrazione alle domande stesse; per cui si può approfondire e ricercare l’argomento della domanda inserendone la parola chiave o il tema all’interno del motore di ricerca interno. Si può ovviamente interrogare la chiave di ricerca interna oltre che per avere immediatamente le informazioni che integrano ed approfondiscono l’argomento e l’autore della domanda computer based, anche per ritrovare e ripetere argomenti teorici. Tutti i 20 moduli teorici e le 10 sezioni di lavoro, le Mappe Concettuali, le Sezioni di Inglese e le stesse Audio-lezioni sono infatti interrogabili con la chiave di ricerca ad accesso immediato. LA PIATTAFORMA COMPUTER BASED DI ORIGINE CONCORSI ©  offre complessivamente  1.600 domande circa, 1.000 domande per i 20 moduli teorici + 500 del DATABASE SCOLASTICO: Metodologia, didattica, pedagogisti, psicologia scolastica  +  150 DOMANDE FOCUS Regolamenti, Valutazione ed Autovalutazione del Sistema Scolastico, Agenzia di Valutazione, Indicazioni Nazionali, Inglese, etc.. + Inglese (6 brani di comprensione del testo di livello B2 con relative domande). E’ presente anche una sezione MAPPE CONCETTUALI e di RIEPILOGO con 30 Mappe Concettuali che coprono tutti gli argomenti del corso.

Segue uno screen-shot della pulsantiera delle domande computer based divise per argomento.